Settori e attività | Alberi

In ogni tipo di paesaggio gli alberi caratterizzano l’aspetto percepito e conferiscono funzionalità differenti a seconda del contesto e del soggetto che con loro interagisce. Un albero in città è prezioso per la salubrità dell’ambiente. Un albero del vicino è preoccupante per il pericolo di caduta. Un albero in un parco è la memoria di un fatto storico.

Lo Studio Tovaglieri affronta queste tematiche, talvolta problematiche, con rigore scientifico, senza preconcetti e soprattutto senza affermare con solennità le cose già ovvie per loro natura.

Valutazione stato di salute e sicurezza degli alberi

Di cosa si tratta

Sempre più spesso, alla tv o sui quotidiani locali, si vedono immagini e titoli sullo schianto di un albero, con conseguenze spesso disastrose per i manufatti, auto o addirittura per le persone.

Il continuo mutare delle condizioni atmosferiche sta portando negli ultimi anni all’aumento di frequenza ed intensità delle raffiche di vento e delle trombe d’aria, anche in territori dove a memoria d’uomo questi fenomeni erano rari o addirittura assenti.

Se gli alberi in buono stato vegetativo e sanitario rispondono a fatica a questi repentini cambiamenti climatici, altrettanto non sono in grado di fare gli alberi malati, scarsamente ancorati o in precarie condizioni sanitarie.

Affidarsi allo Studio Tovaglieri, che da 30 anni è impegnato al fianco di numerosi privati, amministrazioni pubbliche e centinaia di giardinieri nel monitoraggio e nell’approfondimento dello stato di salute, stabilità e sicurezza degli alberi, significa vedere, conoscere, essere coscienti e predisporre tutele dall’eventualità di sinistri inaspettati, e soprattutto godere appieno del beneficio degli alberi.

 La valutazione dello stato di salute e sicurezza di un albero è un servizio di diagnosi differenziata a seconda della situazione in cui si trova l’albero e del contesto in cui è inserito.

Si inizia con una attenta indagine visiva condotta secondo un protocollo definito e riconosciuto a livello internazionale, chiamato VTA – Visual Tree Assessment, che definisce la Classe di Propensione al Cedimento dell’albero in esame. Le classi sono indicate con lettere dell’alfabeto dalla A alla D: un albero assegnato alla classe A è un albero che non ha alcun difetto o anomalia, tanto che i rischi di schianto e caduta non sono legati allo stato dell’albero ma ad eventi statisticamente non prevedibili. In caso di difetti sempre più marcati e strutturali un albero viene assegnato ad una classe inferiore fino ad arrivare alla classe D, in cui l’unico destino possibile per l’albero è l’abbattimento e la sostituzione.

L’analisi visiva, che è totalmente non invasiva, può essere supportata dalle analisi strumentali attuate dallo Studio Tovaglieri, di diverse tipologie con diversi gradi di invasività.

  1. Analisi resistografica con dendrodensimetro (Resistograph): permette di studiare i tessuti legnosi all’interno dell’albero, valutando la resistenza che il legno offre alla penetrazione di un sottile ago in acciaio, in modo da riconoscere il legno sano e il legno affetto da carie.
  2. Tomografia del tronco con tomografo elettrico o sonico (Picus 3 Tree Tronic e Arbotom): tali strumenti sono in grado di evidenziare lo stato del legno interno di un tronco attraverso la misurazione della velocità di propagazione di impulsi elettrici o sonici nel legno. Ogni tipologia di legno possiede la propria velocità specifica di trasmissione; valori anomali rispetto agli standard indicano anomalie del legno riscontrabili come cavità, carie o semplici discontinuità.
  3. Picus Tree Motion Sensor (TMS) è una prova di trazione dinamica, misura la rotazione della zolla radicale quando l’albero è sottoposto all’azione del vento. Tale valore è un indicatore del grado di ancoraggio di un albero al terreno.

Le rilevazioni tramite tomografia sono completate da elementi aggiuntivi e applicazioni che aumentano la precisione delle analisi:

  • Picus Calliper consente di rilevare la geometria dell’albero nella sezione di misura.
  • L’applicazione radicale Arboradix di Arbotom analizza la soluzione di continuità presente tra tronco e radici, fornendo indicazioni sull’estensione e consistenza dell’ apparato radicale.

Lo Studio Tovaglieri, ad integrazione dell’ analisi tomografica radicale, effettua la valutazione della portanza ed ospitalità del terreno per le radici tramite prove penetrometriche e analisi di laboratorio dei parametri fisici e chimici del terreno.

I tecnici dello Studio Tovaglieri identificano per ogni caso specifico l’indagine strumentale più opportuna, prediligendo la minor invasività e il minor rischio per l’albero e l’ambiente circostante.

Il servizio di valutazione dello stato di salute e sicurezza di un albero si conclude con la consegna di due tipi di elaborati, a seconda dello scopo per cui è svolta l’analisi:

  • una scheda di rilievo con le indicazioni pratiche degli interventi/trattamenti da effettuare;
  • una relazione tecnica agronomica formale che raccoglie la sintesi dei rilievi effettuati, visivi e strumentali, la classe di propensione al cedimento e/o della classe di rischio (se esprimibile) secondo il metodo VTA applicato, le prescrizioni di intervento (potature, legature, trattamenti fitosanitari, biostimolanti) , e il cronoprogramma del ricontrollo.

Il servizio offerto dallo Studio Tovaglieri comprende un programma di ricontrollo e tutela dell’albero per garantire la conservazione dello stato di salute e sicurezza constatato o raggiunto con gli interventi prescritti. L’albero indagato viene inserito nella banca dati degli alberi importanti da salvaguardare ed è cura dello Studio Tovaglieri prestare una assistenza costate e contattare il proprietario dell’albero al momento del  ricontrollo previsto.

A chi si rivolge

Proprietari di Alberi, Aziende, Amministratori Immobiliari e Condominiali, Giardinieri, Enti e Amministratori Pubblici.

Stime economiche e perizie legali sugli alberi

Di cosa si tratta

Quanti soldi vale un albero e come si quantifica un danno subìto al patrimonio arboreo di un parco pubblico o in una villa privata o in un giardino condominiale? Una delle attività sempre più richiesta all’agronomo è la definizione del valore economico del patrimonio verde di una proprietà, ovvero di quello che viene definito soprassuolo verde che nel tempo, se ben mantenuto, aumenta di valore.

Spesso la presenza di alberi che raggiungono una notevole dimensione è, nel verde privato o pubblico, oggetto di contenziosi a confine, intasamento di canali con le loro foglie o caduta di rami, grosse pigne, se non addirittura della pianta per intero! Da simili eventi possono derivare conseguenze civili, anche importanti, in tema di risarcimento per i danni e le lesioni cagionate, così come, in casi più complessi, possibili responsabilità penali.

Lo Studio Tovaglieri offre i seguenti servizi con l’esperienza maturata in trent’anni di attività professionale agronomica e giurisprudenziale: calcolo del valore ornamentale di un albero, calcolo del danno parziale o totale, costi per il recupero, perdite di valore immobiliare legate alla perdita di alberi, perizie asseverate e giurate riguardo ad alberi “problematici”.

Gli altri servizi di Stime Economiche e Perizie Legali dello Studio Tovaglieri.

A chi si rivolge

Aziende, Giardinieri, Florovivaisti, Avvocati, Assicurazioni, Privati.

Censimenti del patrimonio arboreo

Di cosa si tratta

I punti di partenza per una gestione integrata (Facility Management) degli spazi verdi, comunali e privati, e per una pianificazione intelligente degli interventi sono la conoscenza precisa e puntuale delle tipologie vegetazionali (alberi, arbusti, tappezzanti e tappeti erbosi), dei manufatti e dell’arredo, sia in termini di variabilità specifica (qualità) che di entità numerica (quantità), la loro mappatura mediante utilizzo delle più moderne ed aggiornate tecnologie e strumentazioni (GIS, CAD, immagini aeree correnti e storiche, APP, ecc.) e il periodico controllo ed aggiornamento dei dati.

I dati raccolti sono editati direttamente su specifici supporti informatici che consentono l’elaborazione e la realizzazione di specifiche cartografie tematiche, consentendo la predisposizione di calibrati piani di gestione tecnica ed economica del verde.

Il censimento del verde è un servizio di grande utilità e facile consultazione, che favorisce l’interfaccia tra i proprietari del bene, i gestori (tecnici e consulenti di settore) e gli operatori (giardinieri ed imprese del verde), ed anche i cittadini (nel caso di verde pubblico), migliorando l’efficienza, l’efficacia, la trasparenza, l’impatto visivo e la funzionalità del sistema verde nel suo complesso.

Il censimento del patrimonio arboreo vero e proprio eseguito dai tecnici dello Studio Tovaglieri consiste nella etichettatura e nel rilievo della posizione georeferenziata degli alberi, il riconoscimento delle essenze, la morfometria, lo screening dello stato vegetativo e sanitario generale: con questa analisi visiva speditiva emergono sul totale degli alberi quelle situazioni problematiche da affrontare con interventi urgenti per rimuovere le evidenti pericolosità o con ulteriore approfondimento visivo o strumentale.

A chi si rivolge

Enti e Amministratori Pubblici, Proprietari di Parchi, Aziende, Amministratori Immobiliari.

Pratiche per l’abbattimento di alberi

Di cosa si tratta

L’abbattimento di un albero in una proprietà non è un affare solo privato, in quanto si modifica il paesaggio percepito da tutti. Pertanto il proprietario in molti casi deve chiedere l’autorizzazione. Capita sovente, soprattutto se il Comune in cui si opera ha adottato un proprio Regolamento del Verde o è in zona sottoposta a vincolistica paesaggistica, che oltre all’istanza di abbattimento sia necessaria una relazione tecnica agronomica che spieghi e giustifichi le ragioni dell’intervento e proponga le misure compensative del caso.

Lo Studio Tovaglieri è la risposta a questo tipo di problema poiché da tanti anni si occupa di pratiche autorizzative finalizzate alla gestione del verde in ambito urbano, privato e pubblico. Il servizio comprende un sopralluogo per il rilievo dei dati necessari e la stesura di una relazione di due tipologie, a seconda dello scopo per cui è richiesta: una relazione tecnica di compendio ad una richiesta di autorizzazione all’abbattimento, oppure, se esiste il vincolo paesaggistico, una relazione paesaggistica di compendio alla richiesta di autorizzazione paesaggistica. Pochi fronzoli tecnici, essenzialità e serietà e anche queste pratiche, che paiono più orpelli burocratici che procedure di vera utilità, possono essere portate a buon fine in tempo utile.

A chi si rivolge

Enti Pubblici, Privati, Aziende, Amministratori Immobiliari, Giardinieri, chiunque possiede un albero e vuole abbatterlo.

Interventi fitoiatrici, biostimolanti o di consolidamento

Di cosa si tratta

Oltre ai servizi sugli alberi descritti lo Studio Tovaglieri propone, tramite i propri tecnici o tramite i professionisti con cui collabora, interventi pratici per risolvere alcune problematiche riscontrate sulle piante.

Gli interventi sono descritti dettagliatamente al settore “Pronto Soccorso Piante”.

Gli interventi fitoiatrici sugli alberi sono trattamenti che richiedono l’impiego di prodotti registrati come prodotti fitosanitari ad azione insetticida, fungicida, acaricida. Possono essere trattamenti applicati alla chioma con aeroconvettore a spalla oppure applicati in endoterapia.

Gli interventi biostimolanti o bioprotettivi possono essere applicati alla chioma o al terreno occupato dalle radici mediante palo iniettore e ricorrono a prodotti che contengono microrganismi antagonisti delle principali malattie, microrganismi simbionti e sostanze stimolanti.

Gli interventi di consolidamento sono un’alternativa all’eliminazione totale di rami e branche importanti che, pur avendo difetti strutturali o danni causati da agenti atmosferici o antropici, caratterizzano l’habitus dell’albero e sono essenziali per mantenerne il valore estetico. Le legature di consolidamento permettono di conservare alberi storici e monumentali lasciandone inalterata la bellezza e salvaguardando la loro fisiologia e sicurezza. La tecnica consiste nell’ancorare con tiranti specifici (cavi GEFA, Cobra o similari) le branche che vengono ritenute non sicure. I consolidamenti arborei di branche o rami, eseguiti in tree climbing, possono essere istallazioni orizzontali di tipo dinamico o statico, a seconda dei cavi impiegati, o istallazioni verticali di tenuta.

A chi si rivolge

Tutti coloro che sono proprietari di alberi che necessitano interventi.